Professione del mese: L'Animatore Sociale

Testo


professioniOggi ci occupiamo della professione del l’ANIMATORE SOCIALE

L’Animatore sociale svolge attività finalizzate allo sviluppo delle potenzialità delle persone, promuovendo l’inserimento sociale e la prevenzione del disagio.

L’Animatore progetta e gestisce attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani, portatori di handicap, soggetti con disturbi psichiatrici e così via.

 Gli ambiti di intervento fanno riferimento a tre principali aree:

ü area socio-culturale, in cui l’animatore è inserito all’interno di progetti e servizi di carattere culturale e comunicativo;

ü area socio-educativa, nell’ambito di progetti e servizi di carattere educativo, espressivo e/o ludico;

ü area assistenziale e sanitaria, all’interno di servizi residenziali e semiresidenziali e nell’ambito di progetti di prevenzione, cura, riabilitazione ed assistenza.

 

A seconda dell’area in cui l’operatore interviene il termine ―animatore‖ viene declinato in: Animatore socioculturale, Animatore per il tempo libero, Animatore sociale, Animatore di comunità (v. Op. C-9 e C-10).

In pratica l’animatore si trova ad organizzare e gestire diverse attività che, ispirandosi al teatro, al gioco, alla manualità e alla musica, aumentano il livello di consapevolezza personale. Attraverso la drammatizzazione, la messa in scena, i giochi di squadra, le attività motorie di gruppo e le attività grafico-espressive realizzate all’interno di laboratori creativi è infatti possibile non solo conoscere ed esplorare bisogni e stati d’animo, ma anche superare le inibizioni relative ai processi di socializzazione. L’Animatore sociale può inoltre proporre uscite di varia natura al cinema, a teatro o anche escursioni all’aria aperta.

Se questa professione ti incuriosisce approfondisci con la scheda completa

Informazioni aggiuntive